Tunnels & Trolls

Come siamo capitati in questo tunnel, proprio non lo so… Ma la invito a riflettere: ci muoviamo su rotaie, il tunnel deve dunque portare da qualche parte. Nulla dimostra che nel tunnel vi sia qualcosa fuori posto, tranne naturalmente il fatto che non finisce mai…



⊗ Tunnel da costruire a tutti i costi, costi quel che costi. E costruiti con esorbitanti costi e disincantanti benefici.

⊗ Tunnel nel quale siamo entrati ma dal quale non sappiamo se, quando (caso mai) e come ne usciremo.


❖ Troll della museruola, della censura e del "dividi et impera", costi quel che costi (h/t). E ingrassati come esperti fake per tentare di appiattire l'inappiattibile (h/t). Proprio così, a quanto pare.

❖ Troll markettari nel tunnel più lungo della terra piatta, quello la cui entrata coincide con l'uscita.


E mentre siete nel tunnel in compagnia di qualche troll, leggetevi questi illuminanti ultimi due post di Cassandra qui e qui. Per riflettere, per far luce nel buio del tunnel e sbarazzarsi dei troll.

Commenti

  1. Ehi, Steph, non mi dire che giocavi (giochi) a role playing. Lo facevi? Tunnels and Trolls è un classico degli anni '80

    RispondiElimina
  2. Touché.

    Nel senso che so del classico degli eighties (e il titolo è messo apposta). Ma ho giocato a role playing per non più di qualche mese. Anche se adesso sto seguendo uno studente che ha proposto - come lavoro finale - la creazione di un evento turistico basato sul RP con tutti gli annessi e connessi di impatto territoriale... vecchie passioni sopite e congedate dalla porta principale che tornano dalla finestra :-D

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il clima scatena la guerra

Vendicati i "modellini farlocchi"

Clima più estremo? III — Heatwaves, feedbacks