domenica 1 marzo 2015

#Scala Mercalli, il giorno dopo



Uno screenshot dal doc della trasmissione dedicato alla visita dell'osservatorio astronomico e ambientale della Sphinx sulla Jungfraujoch a 3580 mslm, dove fra le moltissime altre cose si misurano la concentrazione atmosferica di CO2 (strumento presentato nel video dalla ricercatrice Chiara Uglietti). Notare come la concentrazione CO2 sia già sopra i 400 ppm ad inizio anno (una conferma, insomma), mentre per es. l'anno scorso fu raggiunto solo ad aprile.







Qui per chi si fosse perso la prima puntata

martedì 25 novembre 2014

Democrazia

Riporto un commento (leggermente modificato per miglior comprensione del contesto) di Antonio Zecca su questo post di climalteranti: mi trovo in completa sintonia con quanto ha scritto. Non saprei scriverlo meglio.

domenica 9 novembre 2014

Evidenze, controversie e responsabilità

Le concentrazioni di gas serra nell’atmosfera hanno raggiunto i più alti livelli degli ultimi 800'000 anni. Le emissioni di tali gas, negli ultimi 20 anni, sono stati quasi la metà del totale emesso dall'inizio dell'era industriale e il rateo di incremento odierno della CO2 è oltre 100 volte più rapido di quello avvenuto quando finì l'ultima era glaciale. Lo affermano gli esperti del clima nel rapporto di sintesi pubblicato settimana scorsa a Copenhagen. Se ne è parlato anche lunedì scorso a Berna alla presentazione nazionale del Report.
La temperatura media della superficie terrestre e degli oceani è aumentata di 0,85 gradi fra il 1880 e il 2012. Nel testo si può leggere che "resta poco tempo" per riuscire a mantenere l’innalzamento sotto la soglia dei 2 gradi. Il Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite (IPCC) afferma che le emissioni mondiali devono quindi essere ridotte del 40 al 70% entro il 2050 e scomparire entro il 2100.
Si tratta di un compito intergenerazionale fattibile ma enorme e però anche ineluttabile. Si tratta di assumersi la piena responsabilità che implica il il passaggio dalla terza alla quarta rivoluzione industriale. Dopo quelle della meccanizzazione, dell'elettrificazione e della digitalizzazione, adesso è davvero giunto il tempo per la decarbonizzazione e la "sostenibilizzazione".
In fondo, si tratta di mettere a dura prova l'intelligenza della nostra specie. Dal punto di vista entropico, vivendo in un mondo sempre più complesso, intelligenza significa dotarsi di opportunità, riuscire ad avere e saper gestire il maggior numero di opzioni future possibili, massimizzare la futura libertà di azione. Oggi sappiamo bene che più tempo aspettiamo a compiere drastiche scelte mitiganti e più le rimandiamo al futuro, meno opportunità e alternative avremo. Si tratta di evitare l'ingestibile per riuscire a poter gestire ancora l'inevitabile.

Qui il rapporto.

A seguire, alcune fra le prime keynotes:

mercoledì 22 ottobre 2014

Il tempo sta cambiando tutto

Come gather 'round people 
wherever you roam
and admit that the waters
around you have grown 
and accept it that soon 
you'll be drenched to the bone 
if your time to you
is worth savin' 
then you better start swimmin' 
or you'll sink like a stone 

giovedì 9 ottobre 2014

➔ Next


////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// //////////////////


////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// ////////////////// //////////////////