Clima estremo I

Le condizioni meteorologiche di questo mese di luglio sono estreme in diverse parti del globo, con superamento di record di temperatura e prolungati periodi di siccità.



Siccità e calore nell'Europa settentrionale

La Svezia sta vivendo un'insolita siccità dopo mesi senza pioggia. Questa siccità è stata esacerbata da temperature elevate. Si sono sviluppati molti incendi boschivi che hanno richiesto l'evacuazione della popolazione. Le temperature hanno superato i 30° nel Circolo Polare Artico e la Norvegia ha registrato un record di 33,5° a Bardufoss il 18 luglio e anche le temperature minime sono state alte: a Makkaur il 18 luglio non si è scesi sotto i 25,2° C. Anche in Inghilterra sono scoppiati incendi di torba a causa della siccità. Solo 47 mm di pioggia erano caduti dal il 1° giugno fino al 16 luglio. Tutto questo è causato da una situazione di blocco, ossia il mantenimento di un anticiclone stazionario tra l'Africa settentrionale e la Scandinavia. Quanto alla depressione, essa è rimasta ferma sopra il Nord Atlantico.

Incendio di foresta in Svezia, visto dal satellite.


Altri record nel mondo

La temperatura più alta mai misurata sul continente africano è stata raggiunta il 5 luglio a Ouargla, in Algeria, con 51,3° C. Temperature più elevate sono state misurate, ma non da una rete di misura affidabile e omologata. Il record delle temperature notturne più calde è stato stabilito il 25 giugno a Quriyat, sulla costa dell'Oman, dove il termometro non è sceso al di sotto dei 42,6° C. Altri valori estremi sono stati misurati quest'anno: il record di temperatura massima di aprile è attribuito al Pakistan, con 50,2°, mentre la temperatura più calda mai registrata a Taiwan si è avuta il 10 luglio con 40,3°. In media questa è stata l'estate più calda in Nuova Zelanda e altri record sono stati battuti, in Russia, Stati Uniti, Canada, ecc. Anche il Giappone sta vivendo un'intensa ondata di calore, con 20 delle 927 stazioni che registrano valori superiori a 35°. Il 23 luglio le stazioni di Oume e Kumagaya hanno misurato nuovi record di temperatura con 40,8° e rispettivamente 41,1°. Il paese ha inoltre subito le peggiori inondazioni e frane degli ultimi decenni, tra il 28 giugno e l'8 luglio.


Le cause

Le temperature estreme possono essere attribuite alla presenza di sistemi atmosferici ostruenti. In genere, i sistemi depressionari si spostano da ovest a est e sono pilotati dai Jet Stream (correnti a getto, venti molto forti ad alta quota). Secondo Dann Mitchell dell'Università di Bristol, quest'estate il flusso dei getti è estremamente basso, il che può spiegare la persistenza delle alte pressioni per periodi prolungati. Il professor Adam Scaife, dell'Ufficio meteorologico britannico, chiama in causa anche le temperature delle acque superficiali (SST) dell'Atlantico settentrionale, che variano con una periodicità di diversi decenni, tra i 40 e gli 80 anni (oscillazione atlantica multidecennale, AMO). Pur trovandoci in una situazione opposta per quel che concerne la lunga fase multidecennale del ciclo (vedi immagine sotto), le condizioni delle SST sono simili a quelle in 1976 (vedi seconda e terza immagine sotto), con effetti più pronunciati che possono essere attribuiti all'aumento dei gas ad effetto serra durante i 40 anni scorsi, secondo il parere di Tim Osborn, direttore di ricerca al reparto di ricerca del clima dell'università di East Anglia.
Il 1976 è stato un anno connotato da forte siccità sul nordovest europeo fra primavera ed estate, ma quest'anno la situazione è peggiore ed è accompagnata da temperature più elevate. Il pattern delle SST sul Nordatlantico, peraltro, è particolarmente foriero di un'estate calda accompagnata da ondate di calore sull'Europa centro-occidentale e settentrionale (vedi quarta immagine sotto, tratta da qui). Dal punto di vista sinottico, ci sono analogie fra i due anni (vedi quinta e sesta immagine sotto); ma guardate le anomalie dell'altezza del geopotenziale a 500 hPa (vedi settima e ottava immagine sotto)! È qui che si vedono le differenze (in particolare durante la stagione estiva) fra un'epoca climaticamente così lontana come quella a cui appartiene l'analogo e quella odierna, connotata da una troposfera maggiormente espansa.
Un ruolo in questa particolare configurazione sinottica potrebbero averlo svolto anche la siccità europea (buona parte delle regioni nordalpine sono in deficit pluviometrico dallo scorso mese di aprile) nonché - tramite le associate teleconnessioni - una stagione monsonica in Africa occidentale (regione del Sahel) e in Asia meridionale, finora, decisamente vigorosa.


Observed AMO index, defined as detrended 10-year low-pass filtered annual mean area-averaged SST anomalies over the North Atlantic basin (0N-65N, 80W-0E), using HadISST dataset (Rayner et al. 2003) for the period 1870-2015. Fonte: NCAR-UCAR.


 




Anche se non è possibile attribuire singoli eventi al cambiamento climatico, gli episodi di forti precipitazioni e di calore estremo diventano più frequenti con l'aumentare dei gas serra, come si sa. Ottenere un 6 tirando un dado normale è una cosa; altra cosa ottenerlo con un dado truccato nel quale le facce dell'1 e del 2 sono state sostituite da una seconda faccia con il 5 rispettivamente con il 6.


Anomalie delle temperature superficiali (NASA)



GISTEMP Team, 2018, GISS Surface Temperature Analysis (GISTEMP); NASA Goddard Institute for Space Studies. Dataset accessed 20YY-MM-DD at https://data.giss.nasa.gov/gistemp/

Nella seconda parte parleremo della regione alpina.

(fonte: Meteosvizzera ed elaborazioni aggiuntive mie)

Commenti

  1. grazie dell'approfondimento Steph,
    resti fra noi, ma a me da un po' di tempo, tutto questo groviglio di tele-connessioni e SSTAnomalies riesce solo a farmi girare la testa. Alla fine, poi, da qualsiasi pattern sembra che ne esca solo caldo, caldo e sempre più caldo.
    Mah, forse sto solo invecchiando o bevo troppo :)

    un saluto e buona ondata
    Lorenzo


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Lorenzo!
      Sì, l'impressione è un po' quella.
      Grazie dell'ondata, cerco di sfuggirgli salendo in quota.

      Elimina
  2. "la Norvegia ha registrato un record di 33,5° a Bardufoss"

    ????

    Record di temperatura in Norvegia? 35,6 C... a Trondheim e Oslo, a.D. 1901.

    Per quanto la claque climatocatastrofista continui a battere sulla storiella degli "ultimi anni sempre più caldi", in Norvegia i record di temperatura più alta registrata nei vari mesi NON sono stati registrati negli ultimi 6 anni... l'ultimo anno con un mese con un giorno "hottest evah!" e' il 2012 mesi di marzo e maggio.

    Dati, a prova di ciò, sul sito dell'istituto meteorologico norvegese, per i modellini farlocchi rivolgersi altrove... GISS?... East Anglia?... la scelta non manca, in comune hanno di non azzeccarci, ma quello è un dettaglio, la macchina PR della claque se ne occuperà.
    Alla prossima, che sicuramente non mancherà... ti conosco mascherina.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, dimenticavo: chiedi pure scusa con calma, che tanto nei prossimi giorni fuggo in quota e sono offline. Sai, le mie lunghissime ferie a cui non riesco più a rinunciare...

      Elimina
    2. https://www.yr.no/place/Norway/Troms/rekorder.html

      http://norwaytoday.info/news/record-breaking-heat-troms/

      Che dici, scriviamo all'istituto norvegese di cambiare i dati in tabella, prima che ce ne accorgiamo? :-D
      Buona ondata, robbé.

      Elimina
    3. Ahhhh!... "easily setting a new record for high air temperatures within Troms"... il record locale... ma non stavamo parlando di riscaldamento globale?

      Pensa, quando apro il freezer in cucina davanti alla porta aperta scendo a -25C, anche a luglio!... corri!... subito questi dati farlocchi a Gavino e Michele, che ci possano cucire sopra una bella sci-fi story con il solito AGW colpevole.

      Scherzi e battute a parte...i dati sono impietosi, e sono questi(*):

      http://www.yr.no/place/Norway/rekorder.html

      ... temperatura piu' alta a luglio in Norvegia "evah"... unprecedented... come vi piace dire a voi...???

      "Juli 22.07.1901 Trondheim Sør-Trøndelag 35,0
      Oslo I Oslo °"


      Carta canta... e come canta.

      (*) Hai cannato tabella! :-)

      Elimina
    4. Sei tu che parli di GW qui. Sei tu che parli di record di T per la Norvegia. Come tutti possono vedere - tranne che te che o hai le proverbiali fette sugli occhi o non sai nemmeno la lingua di Dante - qui si parlava di Circolo Polare Artico e di " record di 33,5° a Bardufoss".

      "i dati sono impietosi, e sono questi"
      Appunto, Sono impietosi e sono quelli che ti ho riportato in tabella dell'istituto norvegese. Contestali pure da loro, se ti va, non qui plz.

      "Hai cannato tabella! :-)"
      Come, scusa? Chi ha cannato cosa qui?
      Oltre ogni limite ridicolo di decenza.

      Elimina
    5. ""Hai cannato tabella! :-)"
      Come, scusa? Chi ha cannato cosa qui?
      Oltre ogni limite ridicolo di decenza."

      Hai cannato tabella... stesso sito... ma e' questa, a proposito di record!

      http://www.yr.no/place/Norway/rekorder.html

      ... stesso sito, hai citato l'altra tabella perche' ti faceva comodo.

      Elimina
    6. No, io non ho cannato tabella. Infatti ho scritto di Circolo Polare Artico e di " record di 33,5° a Bardufoss". E la tabella dei record per quella regione è la mia. Invece a te faceva comodo sviare il discorso, come sempre.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La spinta del mare

SYS 64738