mercoledì 18 maggio 2011

92 or not 92?


Dibattito ad ampio raggio e a tutto campo in Svizzera sulla dipendenza dall'energia nucleare.


L'idea di abbandonare l'uranio è sempre più forte. Da un lato le posizioni coerenti - da decenni - degli ecologisti e dei loro rappresentanti in governo; dall'altro le perplessità e i dubbi di molti altri attori politici. Al centro le inquietudini dell'opinione pubblica, dopo le recenti catastrofi giapponesi, ma anche quella delle associazioni economiche che temono ripercussioni per la piazza elvetica derivanti da una rinuncia più o meno ex abrupto della dipendenza dal nucleare.

UPDATE 22/5 in fondo




Non tutti gli imprenditori la pensano allo stesso modo, però. Crescono in maniera davvero vistosa i progetti di sfruttamento delle energie rinnovabili:
. da biomassa,
eolica (anche qui e qui)
. e soprattutto solare, sia fotovoltaico che solare termico (anche qui): qui un album fotografico, qui il Palexpo di Ginevra, qui Dock E all'aeroporto di Zurigo-Kloten, qui lo Stade de Suisse di Berna e qui il Mont-Soleil nel Giura bernese, qui statistiche varie sul solare, qui info sulle ESD 2011,
. mentre l'idroelettrico sembra non avere più molti margini di crescita.



Qui una rassegna sintetica del barometro nucleare derivante dal dibattito in corso.

Qui la posizione dell'associazione mantello dell'economia elvetica, il think tank economiesuisse.

Qui quella del WWF.

Qui quella del gruppo bernese "Nuova Energia Berna", con sede nel cantone che ospita la più vecchia e pericolosa centrale nucleare elvetica (lettura solo in tedesco o francese, perciò ben difficilmente consigliabile al balocco di paese).

Qui e qui quella dell'Agenzia per le energie rinnovabili e l'efficienza energetica, promotrice dell'iniziativa degli imprenditori bernesi.

Qui e qui l'opinione di Franco Romerio del CUEPE, Università di Ginevra (pubblicato sull'edizione odierna del CdT).

Qui (pagine 2 e 3) un abstract tratto da una recente ed interessante relazione che Massimo Filippini (ETH Zurigo e USI Lugano) ha tenuto nell'ambito di un ciclo di conferenze organizzato dall'Azienda Elettrica Ticinese sul tema delle energie rinnovabili.

UPDATE 22/5:

. qui la posizione (molto interessante) di Marco Morosini (ETH Zurigo), articolo da "Internazionale" 765, ma posizione ribadita anche in questo interessante dibattito (collaterale) andato in onda l'atro ieri sulla radio svizzera italiana, parla soprattutto di risparmio ed efficienza energetica e del modello "Società a 2000 W";

. oggi manifestazione anti-nucleare nel cantone di Argovia (dove ha sede l'altra centrale più vecchia), dibattito anche in parlamento e un articolo di approfondimento generale. Tutti tradotti dal settimanale zurighese in lingua tedesca "NZZ am Sonntag".

. 20'000 i manifestanti: info qui.

2 commenti:

  1. Forse vi fidate della vostra amministrazione pubblica, qui mica tanto. Notizia Ansa, ore 17.53
    "Referendum nucleare Sardegna: dati finali, contrari 97,13%"

    RispondiElimina
  2. Wow! Che bel fidarsi, in effetti!

    RispondiElimina