lunedì 22 febbraio 2010

It's the sun, stupid! /2 | still waitin' for Nicola...

Prima parte del post qui.

Nicola Scafetta ha una teoria tutta sua, sul ruolo che avrebbe il sole come main driver del GW. In varie occasioni sono state discusse le sue teorie, sia su riviste PR (per es. qui e qui), sia dal bigoilista numero 1 con tanto di rimorchio (e con tanto di risonanza in giornali da operetta), che su quella petulante di una madre di tutti i blog dedicati alla climate science [splendido post!]. Teorie in taluni casi smontate (per es. qui e qui), in altri casi semplicemente e però vivacemente discusse, anche con il diretto interessato (per es. su climalteranti). L'ultimo intervento diretto sul blog di Caserini, Scafetta l'ha fatto una settimana fa. Io gli ho gentilmente posto 3 domande 3. Lui ha scelto di rispondere non rispondendo (che è come dire che non si ha nulla da dire), riparandosi dietro il mito del GC post-1997 (e quindi dicendo una mezza bugia) e/o reclamando il diritto di non dire.
Strano, strano davvero; e sì che uno scienziato del suo calibro - che peraltro ha deciso di sua spontanea volontà di mettersi in gioco accettando di intervenire nelle discussioni emerse su questo specifico blog - di solito o sta completamente al di fuori delle discussioni oppure, se scende in campo, lo fa con spessore degno del suo profilo...che ci sia dietro la mano dei soliti noti bigoilisti?
Intanto io aspetto.....

E posto un grafico di una delle più recenti ricostruzioni dell'irradianza solare totale (TSI), quella ("This work") di Steinhilber et al. in un draft del 2009 e che ho avuto modo di vedere direttamente su poster nell'ambito di un recente seminario. Non dissimile da quella, altrettanto recente, di Leif Svalgaard.



~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Sylvie Coyaud mi segnala questo suo intrigante modello: il GCM ochesco ;-)
È ancora un draft in procinto di subire la revisione paritetica, per cui: occhio! È sì un fresca chicca ma potrebbe ancora subire qualche modifica. In particolare, al sottoscritto piace sottolineare come, fra insider e a margine del recente meeting sui "geophysical patterns and constraints induced by the aural behaviour of magnetic dynamo in stellar systems similar to the sun" svoltosi a Turku lo scorso mese, si è discusso vivacemente ma amabilmente delle teorie della Coyaud emerse dal suo studio e qualche piccolo refuso parrebbe essere affiorato qua e là. Ma intanto, en_attendant_Cousteau e la sua dotta opinione, ecco l'abstract del paper di Coyaud:

"A cicli di 4000 (+/-800) giri della corrente eliosferica, per effetto del multipolo solare s'inverte la spirale di Parker detta a tutù come da dati satellitari (SOHO?) aggiustati con teorema viriale, l'elettricità fluisce all'esterno e raffredda la stratosfera la quale per converso, come il calore sprigionato da dietro il frigo, innalza di circa 0.70°C +/-0.14 la temperatura sottostante e porta all'aumento della CO2.
La sensitività di 250 ppmv/°C +/- ecc. è un po' altina ma ci sto lavorando. Comunque è tutta colpa del Sole e come modello vale l'effetto marea dei pianeti transgioviani, if I may say so myself."

***UPDATE***

Ho dimenticato di segnalare l'approach usato da Sylvie per sviluppare il suo innovativo e creativo GCM. Lo trovate spiegato qui.

***UPDATE #2***

Ancora Sylvie che mi scrive, a proposito dell'approach, chiedendo:

"Cosa si vince?"

Non è chiaro chi abbia dato la risposta, blogger non è stato in grado di recuperare l'origine. Nel dubbio diamola alla stessa Sylvie....

"Manabe, Wetherald e un calcolatore a nastro perforato."


***UPDATE #3***

Nella prima parte del video nel quale Nicola Scafetta espone la sua teoria, insiste parecchio anche su presunti bias caldi che potrebbero essere stati indotti sia da fattori socioeconomici modificanti l'uso locale dei suoli, sia da aggiustamenti applicati a molte stazioni meteorologiche e sia dalla riduzione nel numero dei reports delle stesse negli ultimi 2 decenni. Bias che, secondo queste pretese, avrebbero introdotto un falso trend verso l'alto nei dataset GHCN (del NCDC/NOAA) e GISS (della NASA). Si tratta di un altro dei miti più diffusi nella retorica del negazionsimo che - come un orologio a cucù - a scadenze più o meno regolari riemerge nella bigoilosfera e - come visto sopra - non solo.
La prima ipotesi (che Scafetta indirettamente fa propria, mostrando questa slide tratta da questo paper) risale a qualche anno fa e, nel frattempo, è già stata più volte criticata, ributtata e demolita.
Con le altre due, ci troviamo di fronte ad uno dei cavalli di battaglia più cavalcati dal bigoilista per eccellenza e da un paio dei suoi alfieri (si veda ad es. qui e qui). Già getta un' ombrosa luce il sito nel quale si pubblicizza con enfasi (come uno shampoo antiforfora di nuovissima generazione) il prodotto, ma quel che insospettisce è poi anche il fatto che lo shampoo in questione sia stato fabbricato con il solito modus operandi del Picinoa*, sinonimo di scorrettezza (a differenza del corretto metodo Acipi**).
Ma quel che più importa qui: purtroppo per Watts&C c'è qualcuno che infligge loro una bella strigliatina. E questo, essendo un math-smart, non scherza, in fatto di trattamento dei dati.
Come dicevo sul blog dell'oca: shame on them!! Non si tenta di smascherare presunte falsità falsando. A casa mia questo si chiama truffa.

*: Publication and Conclusions first, No Analysis
**: Analysis first, then Conclusions and Publication [thanx to carrot eater from OpenMind].


***UPDATE #4*** (ultimo aggiornamento, giuro!)

Mr. math-smart aveva già scritto, a suo tempo, un illuminante post sulla faccenda della diatriba sui compositi satellitari ACRIM vs PMOD. Eccolo :qui:


***UpDATE D'aPRILE***

Purtroppo mi tocca abiurare quel che giuravo, ma non potevo certo ignorare questo post del coniglietto very smart sulle risposte dell'EPA about rischi/pericoli/danni dovuti all'incremento dei GHG, nell'ambito del Clean Air Act. Qui (nelle attributions) Scafetta fa davvero una pessima figura. Decisamente!

3 commenti:

  1. Questa e' la "terapia tapioca con scappellamento a sinistra" dei fisici. Potrebbe funzionare meglio dell'originale!

    RispondiElimina
  2. Anomimo ha ragione. Per esempio il Maunder min. va scappellato a sinistra o nel modello Scafetta il global cooling inizia nel 2004, mentre tutti sanno che è iniziato quest'inverno.

    psst, l'ultima riga in rosso riguarda il post precedente. A scanso d'equivoci, preciso che il mio modello è fatto a mano, mica con le schede perforate.

    L'oca sapiens

    RispondiElimina