giovedì 9 giugno 2016

Total trash


Un illustre Carneade, uno fra i tanti, si prende il suo quarto d'ora di notorietà gossip raccogliendo e mettendo assieme alla bell'e meglio un'accozzaglia di luoghi comuni e di pregiudizi pseudo-scientifici - alcuni dei quali vecchi e già ampiamente smascherati ancora nel secolo scorso - sul GW.  Lo fa dal pulpito delle prestigiose colonne di una specie di foglio da pulirsi il deretano ai WC della prima stazione ferroviaria di periferia. Ocasapiens dal suo immarcescibile blog segnala una recente vomitata del suddetto Carneade arrivatale oggi nella rassegna stampa di Action Aid, "forse come interludio comico", aggiunge lei :-D
Non meriterebbe neppure di sostare sulla soglia di una possibile disamina specifica, visto l'effetto (voluto?) che riesce a produrre*.


Delle due l'una: o rappresenta una palese manifestazione di idiozia scientifica, oppure è un tipico rappresentante delle attempate spogliarelliste della scienza . Non vedo altre possibilità.
Siccome per natura sono piuttosto ottimista, propendo per la prima.

Curioso il commento di Giacolino in coda al post di oca, sul Carneade:
è una brava persona, che ha delle idee sue, che possono essere giuste o sbagliate, ma che non merita di essere messo alla gogna in questo modo.

Infatti: una brava persona non agisce in questo modo. Se rientra prima delle due categorie di cui sopra, buona cosa sarebbe di starsene zitto, dal momento che non sa (Wittgenstein dixit...), ma oggi... Se invece appartiene alla seconda, beh...
Ha delle sue idee, non c'è dubbio su questo.  Possono essere giuste ma sono sbagliate, anche su questo non ci sono dubbi. Quindi merita, merita. Anche perché poi lo stesso commendatore aggiunge:
Il tuo agire, Ocasapiens, distrugge carriere, rovina persone, anche economicamente, che hanno la sola colpa di pensarla diversamente da te. 

Già: mentre invece l'agire di questo Carneade non infanga nessun climatologo, nessun fisico dell'atmosfera, nessun oceanografo (...), nessuno che lavori in nessun istituto di ricerca, nessuna università, nessun politecnico e che pubblica su nessuna rivista scientifica come quelle citate dal Carneade ("...Science, la più prestigiosa, con Nature, rivista scientifica Usa...") e che poi non vengono riassunte da nessun rapporto dalla famigerata congrega di ideologi che costituiscono il mainstream ufficiale della scienza del clima?

*Bref: it's total trash.

❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞❝❞

Update 13/6: Garbage in, garbage out...

A proposito: oca e il bardo segnalano un interessante contributo di Scaffetta.
Approfittando di un suo speech ad un convegno recente nel quale ripresentava i risultati di un suo paper del 2013, gli è stato fatto notare il fallimento della sua predizione sul raffreddamento globale post-2000 in contrapposizione alle proiezioni IPCC. 
Avevamo già parlato di queste predizioni e del trucco che ci sta dietro. Oggi ne possiamo vedere l'ennesimo totale fallimento (prima fig. sotto). A differenza, invece, di quelle ufficiali (seconda e terza fig. sotto):







Quindi, riesumando un commento da uno scambio di pareri piuttosto emblematico del suo modo di argomentare: 

Altro che dimostrare il fallimento dei modelli sintetizzati dall'IPCC e il successo del suo!

Anyhow: il problema di Scaffetta - al di là delle sue ipotesi affini alla climastrologia di Landscheidt -  è più semplice ed evidente di quanto non sembri e si cela nell'utilizzo di dati non aggiornati, non veritieri e quindi fasulli per supportare la sua ipotesi (utilizzata nel suo semi-empirical model) di influenza molto più importante e decisiva (quindi: prioritaria) di una componente di forzatura naturale, invece che della forzante antropica, nel guidare l'andamento termico globale dell'ultimo mezzo secolo.

Che cosa succede se, per es., per supportare l'ipotesi che una malattia polmonare causata dal fumo di sigarette non sia stata provocata dall'aumento graduale e continuo del consumo di sigarette da parte del malato bensì da un aumento dell'esposizione dello stesso allo smog (fino ad un massimo recente), aumento che in realtà si basa su dati non veri perché evidenze fattuali più precise mostrano una sua confutazione e nessuna esposizione massima recente?

Ecco: con le ipotesi di Scaffetta è così, sostituite malattia polmonare con GW, consumo di sigarette con rafforzamento dell'effetto serra indotto dall'aumento della concentrazione atmosferica di gas serra e presunto aumento dell'esposizione allo smog con presunto aumento dell'irradianza solare con presunto gran massimo solare moderno (vedi per es. il citato suo recente studio, da pag. 24 a pag. 27).

Come si sa già da tempo, le più recenti ricostruzioni dell'attività solare confutano una sua crescita pluriennale, pluri-decennale e persino secolare e non esiste nessun gran massimo solare moderno (vdi per es. qui, qui, quiqui o qui, vedi anche uno dei prossimi miei post).



Forse lo sa anche Scaffetta, perché per difendere una cosa indifendibile continua a propugnare la balla dell'IPCC che sovrastimerebbe la forzante antropica e sottostimerebbe quella naturale.

Insomma: se metti dentro del garbage nel tuo modello costruito per cercare di verificare la tua ipotesi (a maggior ragione se un po' estrema), non puoi aspettarti altro che del garbage in uscita...

2 commenti:

  1. A volte le bufale più indigeste fanno imbufalire.
    Solo che imo bisognerebbe stare un poco più attenti a maneggiare la spazzatura: aprire il sacchetto sotto il naso dei passanti può avere come effetto quello di farli scappare disgustati anche se si voleva fare pulizia.

    RispondiElimina