10 anni fa, il forno III - Apice


Fra il 10 e il 12 agosto di 10 anni fa in molte regioni dell'Europa centro-occidentale fu raggiunto il culmine di quella pazzesca stagione: da lì in poi l'estate iniziò un lento, sonnacchioso e per un paio di settimane ancora abbastanza impercettibile tramonto. Per molte di queste regioni quei giorni coincisero anche con l'apice termico assoluto (almeno) da inizio serie strumentale: sia la temperatura media giornaliera che soprattutto la massima batterono ogni record finora registrato.


Anche nella regione alpina dove risiedo quei giorni coincisero con il top dei top: in particolare l'11 agosto nella bassa valle Mesolcina (Grigioni italiano), a Grono (stazione ufficiale di Meteosvizzera, a 382 mslm, lat. 46 gradi e 15 N) , fu battuto il record svizzero delle temperature massime con 41.5 gradi C misurati, superando il precedente massimo svizzero (Basilea) di ben 2.5 gradi C. Lugano raggiunse i 36 gradi C (a pochi decimi dal record storico del luglio 1983), Locarno 38 gradi C.

Come già spiegato nel post precedente, condizioni sinottiche improntate ad una coriacea situazione di estesa alta pressione continentale di tipo barotropico (presente sia al suolo che anche in quota) - con il massimo al suolo a nord delle Alpi, aria sempre e di continuo di origine nordafricana molto calda e asciutta affluente verso l'Europa occidentale e leggere condizioni favoniche al sud - unitamente all'estrema secchezza dei suoli, hanno senza dubbio contribuito al raggiungimento di tali valori pomeridiani.

Grono è una stazione climatologica ubicata sul fianco destro della valle Mesolcina, a circa 60 m sopra il fondovalle, c'è un tradizionale termomentro a mercurio nella capannina di legno. Vengono effettuati 3 rilevamenti giornalieri. È gestita secondo i criteri dell'OMM.
Vista l'eccezionale siccità e calura che da mesi interessava il versante sudalpino nel 2003, le condizioni furono particolari e idonee, premesse ideali per produrre temperature estreme. Il terreno praticamente secco fece sì che pochissima energia solare venne utilizzata per l'evaporazione dell'acqua. La vegetazione nei dintorni della stazione, in parte rinsecchita e ingiallita, comportava un ulteriore assorbimento di radiazione da parte del terreno e un accresciuto riscaldamento dell'aria. In più, come detto, l'11 agosto soffiava un leggero favonio.
Alla lettura di mezzogiorno (14 ora locale) il termometro segnava già 40.0 gradi. In sé il rilevamento della temperatura con termomentro a mercurio nelle stazioni convenzionali a capannina comporta dei valori leggermente più alti rispetto ai rilevamenti con apparecchi elettronici, usati nelle stazioni automatiche. Meteosvizzera quantifica lo scarto con 0.6 fino a 1.0 gradi, inoltre l'ubicazione della stazione su un pendio ripido esposto a sud (e non su terreno orizzontale), a causa della maggior radiazione, comporta pure un lieve aumento di temperatura. I 41.5 gradi misurati a Grono corrisponderebbero così a un valore tra 40 e 41 gradi se rilevati da una stazione automatica. Ma anche con questo adattamento, fu comunque un record svizzero.

In questa breve terza parte dello speciale dedicato al decennale della madre di tutte le estati, ho ricordato il momento dell'apice e posto le consuete carte di quel periodo.
A seguire un rapido e sintetico consuntivo.













La madre di tutte le estati europee ha chiuso a Lugano con una media di 24.2 gradi C, scarti di + 4.3 gradi C dalla 61-90, risp. di +3.1 gradi C dalla 81-10.
Giugno: media di 24.4 gradi C, scarti di +6.1 dalla 61-90, risp. di +4.8 dalla 81-10
Luglio: media di 23.5 gradi C,  scarti di +2.4 dalla 61-90, risp. di +1.4 dalla 81-10
Agosto: media di 24.7 gradi C, scarti di +4.4 dalla 61-90, risp. di +3.2 dalla 81-10.

Giugno il mese estivo d'entrata più caldo, il terzo mese in assoluto più caldo, quello in assoluto con l'anomalia più grande di tutti e il mese con la temperatura minima più alta di tutti; agosto il mese estivo d'uscita più caldo, il secondo mese in assoluto più caldo, quello con il maggior numero di giorni tropicali e il mese con il nuovo record di temperatura massima.

Giorni tropicali (massime di almeno 30 gradi C):
Giugno: 18 (media 3)
Luglio: 15 (media 6)
Agosto: 24 (media 5)
Estate: 57! (media 14)

Giorni non estivi (massime al di sotto dei 25 gradi C):
Giugno: 0 (media 14)
Luglio: 2 (media 6)
Agosto: 0 (media 8)
Estate: 2 (media 28)

Notti tropicali particolarmente calde (minime di almeno 22 gradi C):
Estate: 26 (media 4)

Commenti

Post popolari in questo blog

Vendicati i "modellini farlocchi"

Clima più estremo? III — Heatwaves, feedbacks

Il 2016 in Svizzera