giovedì 10 maggio 2012

Un caso per tre: John Sterman a Lugano

Il caso è sempre il solito. Stavolta, oltre al detective e all'avvocato, si aggiunge ed entra in scena il sistemista. Capace, ovviamente, di leggere la complessa realtà con gli strumenti della multi-disciplinarità e perciò con uno sguardo assai più ampio e variegato, sguardo che tiene in debito conto interazioni e retroazioni, flussi e stock, punti di biforcazione e di snodo, balzi fluttuali ed equilibri dinamici,  tipici di ogni sistema complesso.

Ecco il sintetico resoconto scritto e poi un video di presentazione della conferenza che John Sterman (Jay W. Forrester Prof. di Management e direttore del MIT System Dynamics Group) ha tenuto lo scorso 25 gennaio al MAS HLM presso l'USI di Lugano. Tema: comprendere i cambiamenti climatici grazie al pensiero sistemico.






3 commenti:

  1. John Sterman è grandissimo. Se avessi saputo che c'era, sarei venuto a Lugano apposta a sentirlo!

    U

    RispondiElimina
  2. esattamente, per Sterman, cosa si intende con multi-disciplinarità? Matematica frattale, fisica quantistica, stocastica, ...

    RispondiElimina
  3. @Anonimo
    no, intendo più discipline per un unico obiettivo, in questo caso specifico la migliore comprensione (ma anche comunicazione) dei cambiamenti climatici.

    @Ugo
    un grande, davvero!
    Peccato per la conf., sarebbe stata anche un'occasione per conoscerci.

    RispondiElimina