mercoledì 22 dicembre 2010

Run like hell

7 "strane" accelerazioni sospette, corse da forsennati...verso cosa?
Nei casi 1 e 6 ampiamente (1) e significativamente (6) oltre le più "rosee" aspettative dei modelli, nell'(1) fuori dal range inferiore, nel (6) sul suo limite superiore.

Strani e rosee sono un eufemismo.

(1), (6) e (7): i modelli, quindi, sono troppo conservativi e sbagliano *per eccesso di difetto*?
Secondo i soliti noti sbagliano e basta, a prescindere da tutto.
Secondo altri meno noti fra i soliti noti ma ben più solidi fra chi non disinforma per professione di fede, è la dimostrazione di 2 cose: la difficoltà di "catturare" i tipping points in un contesto molto influenzato dal pensiero della linea e forse il fatto che un'accelerazione nella corsa è sintomo (o conferma?) di qualcosa che richiede nuovi approcci e strumentazioni ancora più raffinate. Torniamo alle questions sollevate da Trenberth più di un anno fa?

(2), (3), (4) e (5): il consenso si aggiorna...


(1) Arctic sea-ice extensions -->: much faster than predicted (anche qui e qui)

(2) Meltland ice-sheets melting -->: faster than expected (anche qui e qui e anim. QUI)

(3) West-Antarctic ice-sheets melting -->: much faster than imagined (anche qui)

(4) Alpine glacier melting -->: much faster than before (anche qui e qui)

(5) Worldwide glacier melting -->: faster than before (anche qui e qui)

(6) Sea-level rise -->: faster than predicted (anche qui)

(7) Arctic and antarctic ocean acidification -->: faster than predicted (anche qui e qui)

2 commenti:

  1. La questione dei tipping points m'interessa moltissimo, credo che sia uno dei maggiori elementi d'incertezza, e non a caso i neghisti ci vanno a nozze. Anche senza certezze assolute su quel punto, però, la situazione è già talmente grave che non richiederebbe altro che passare all'azione.

    P.S.: dovresti sistemare il link al punto (1).

    RispondiElimina
  2. Thanx! Rimediato.
    I neghisti usano una vecchia strategia retorica: siccome i modelli sbagliano sempre, a prescindere da tutto, allora abbiamo sempre ragione noi a demolirli.
    Ma è retorica fallace. In realtà questo dei tipping points e delle accelerazioni improvvise dovrebbe essere motivo di estensione del principio di precauzione. Ho come l'impressione che molte proiezioni siano un po' troppo conservative (ma lo dice anche Hansen, per cui poi arriva Claudio e mi dà del catastrofista :-D

    RispondiElimina