sabato 11 dicembre 2010

Non è mai troppo presto! 3

Quartieri costruiti ex-novo, ecovillaggi e intere città a misura d'uomo : tutti accomunati da uso più razionale delle risorse e bassi impatti ambientali nelle economie domestiche, nel modo di riscaldare, di utilizzare elettricità, di spostarsi, insomma: a bassa produzione di carbonio.

Nella giornata risolutiva e parzialmente consolatoria delle intese di massima al vertice dell'UNFCCC di Cancun, giornata del trionfo delle mezze misure e dei rimandi al posto delle azioni che producono conseguenze (qui un illuminante pezzo di Mercalli, qui, al minuto 15, una breaking news con tanto di intervista a Simon Evenett, prof all'Università di S. Gallo dove si occupa di commercio internazionale e di sviluppo economico, qui una panoramica globale di case-studies sulla resilienza economica by Swiss Re), ma anche nei giorni del Terra Madre Day, MS presenta l'ultima puntata della mini-serie dedicata alla ricerca di stili di vita maggiormente eco-sostenibili.


In un caso (qui, dal minuto 13 in avanti) un ecovillaggio per una comunità basata sulla semplicità che vuole prendersi cura di se stessa e del pianeta.

In un altro (qui, dal minuto 19 in avanti) un intero quartiere di una metropoli europea costruito ex novo con tecnologie d'avanguardia, nel rank dei Top 5 G-Buildings più importanti e oggi studiato dalla Cina (anche qui) e pure altrove, ma non privo di qualche pecca (come viene detto verso la fine del servizio).

Infine la mobilità dolce della città delle bici (qui, dal minuto 17 in avanti).

Nessun commento:

Posta un commento