Stephen Schneider 1945-2010 †

Con grande tristezza, ci giunge la notizia della morte di Stephen Schneider, un grande scienziato fin dalla prima ora impegnato nella comprensione della complessa macchina climatica e del suo mutamento nel tempo così come esemplare professionista e brillante divulgatore.
Persa improvvisamente la sua personale battaglia con la vita in un luogo a lui caro (la libera atmosfera: sembrerebbe aver subito un attacco cardiaco mentre era in volo su Londra...), la guerra contro il cambiamento climatico e l'AGW - da lui combattuta in prima linea - può ancora essere vinta così come - recentemente - riuscì a domare (anche se momentaneamente?) una rara forma di tumore maligno.

Qui la news da DotEarth (blog del NYT), qui un post di Ben Santer su RC. Altri ne emergeranno.

Commenti

  1. E un prof generoso e uno scrittore brillante e...
    Sapevo che stava peggio, ma come dici tu, ce l'aveva fatta una volta e chissà.

    RispondiElimina
  2. Telegraph Cove20 luglio 2010 00:42

    L'effetto serra
    Uno dei primi libri letti sul GW in anni lontani (e uno dei migliori).
    Mi aprì gli occhi sulle verità del cambiamento climatico; l'era glaciale imminente immaginata nelle mie letture (per ragazzi) degli anni '70 era solo un grande bluff e le caldi estati dei primi anni '80 non erano un caso.

    Peccato.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il clima scatena la guerra

Vendicati i "modellini farlocchi"

Clima più estremo? III — Heatwaves, feedbacks