lunedì 3 maggio 2010

Deep Water Blues

Excerpts rizomatici e randomatici dalle acque profonde della Louisiana...


Deepwater Blue, un nuovo modo di assemblare mosaici musicali (da film).

Deepwater Movie, un nuovo modo di assemblare mosaici visivi (per film).

Deepwater the Movie, un nuovo modo di raccontare una storia che si è fatta leggenda (con il film).

Deepwater Heat, un nuovo modo di suscitare vibranti speranze: "where the heck is the warming gone?" Maybe below 700 m? Maybe is sequestred down to 2000 m? Maybe in the Arctic below sea ice? Maybe...like a déjà vu film (thanx to clayco).

Deepwater Horizon, un nuovo modo di chiamare la penultima frontiera: quella degli orizzonti perduti senza patria e senza gloria. Ma non siamo più a Shangri-La: di chi sono le deep waters? chi si assume specifiche responsabilità? chi caccia 'o grano in caso di incidente? Chi lo cucina per i pescatori? Chi per investirci food for oil? Uhm....uhm....uhm.....

∇∆∇∆∇∆∇∆∇∆∇∆∇∆∇∆

Post-apnea by message of the blues: BP la sorellona che dalla "mia automobile" (1965) passa al deep green e al baby groove - beyond petroleum, do you remember?
Come il carbone pulito, l'insalata da McDonald e la melassa dimagrante: storie di ossimori perduti senza infamia e senza lode.



***UPDATE***

Video molto esplicativo sugli orizzonti perduti, da Al Jazeera...

2 commenti:

  1. Dai, ci sono buone notizie. Denial Depot è stato risvegliato dall'attacco di the Cooch a Michael Mann e le nuove leve sono in gran forma:
    http://friendsofginandtonic.org

    RispondiElimina
  2. Subito nei top sites! Gran sito sardonico per sardine sarde :-D
    http://www.paradisola.it/ricette-sardegna/detail.asp?iPro=379&iType=20

    RispondiElimina