350 vs 385



Ieri, 24 ottobre, si è svolta una giornata internazionale d'azione e sensibilizzazione sui cambiamenti climatici. Oltre 5000 eventi in 181 Paesi, tra cui la Svizzera, hanno caratterizzato la giornata, organizzata dal movimento 350.org per chiedere una reale soluzione alla minaccia portata al pianeta dal riscaldamento globale. Dall'Australia al Nepal, si sono organizzate le iniziative più varie per sensibilizzare i governi a fronteggiare con decisione il problema, in vista della conferenza Onu sul clima in programma a dicembre a Copenaghen. Il simbolo "350" è stato il leit motiv di tutte le manifestazioni. La cifra fa riferimento alla concentrazione di Co2 nell'atmosfera che, secondo alcuni scienziati, non si dovrebbe superare per evitare un ulteriore aggravamento del riscaldamento climatico.
Soglia mai raggiunta, finora, almeno negli ultimi 650'000 anni, come si vede dal grafico sotto (progetto EPICA, a cui ha partecipato anche l'Oeschger Center, dell' Università di Berna).
Attualmente, però, la concentrazione di Co2 è già di quasi 385 ppm (come si vede sotto) e aumenta con un rateo di crescita di circa 2 ppm all'anno.


Altre immagini dell'evento di ieri:

New Brighton, Australia:

Frisco, USA:

Shangai, Cina:
Mt. Kilimanjiaro, Tanzania:

Repubblica Dominicana:

Hyderabad, India:

Vinson Massif, Antarctica:
Micronesia:

Yosemite, Ca (USA):

Wellington, Aotearoa, Nuova Zelanda:

Sidney, Australia:

Maldive subacquee:>

Commenti

Post popolari in questo blog

Il clima scatena la guerra

Vendicati i "modellini farlocchi"

Clima più estremo? III — Heatwaves, feedbacks