CLIMATE CHANGE 2013 I ~ Osservazioni atmosferiche e superficiali


Primo di una serie di post dedicati alle pillole sintetiche del WG1 dell'ultimo rapporto di valutazione dell'IPCC. Lascerò spesso la parola ad alcuni fra i 12 ricercatori svizzeri coinvolti come lead authors dei vari capitoli del rapporto.
Oggi cominciamo con il primo capitolo (dopo quello introduttivo), quello dedicato alle osservazioni atmosferiche e di superficie.



Guest post di Stefan Brönnimann

La presentazione è suddivisa in 5 parti: dapprima le novità rispetto all'AR4, poi che cosa si è potuto osservare e dedurre circa le temperature, il ciclo dell'acqua, gli eventi estremi ed infine la circolazione atmosferica e i modi di variabilità ad essa associati.

Cosa c'è di nuovo?

Dal punto di vista metodologico:
. maggior produzione e più serie di dati
. comprensione migliore di alcune specifiche incertezze
. le serie di dati satellitari hanno raggiunto una lunghezza più idonea al calcolo di trend
. 6 anni in più

Dal punto di vista contenutistico:
. a grandi linee conferma dei risultati contenuto nell'AR4
. affermazioni più sicure grazie alle maggiori serie di dati
. incertezze maggiori: siccità e tempeste tropicali


Temperature



. gli anni 2000 sono il decennio più caldo da inizio serie strumentale, 0.4-0.5 °C più caldi del trentennuo 1961-1990


. i dati delle varie serie concordano molto bene


. il riscaldamento più forte è avvenuto sui continenti dell'emisfero boreale


Ciclo dell'acqua



. l'umidità è aumentata (sopra a sx)
. le precipitazioni sono aumentate soprattutto alle latitudini settentrionali (sopra a dx)


Eventi estremi


. i giorni caldi sono aumentati (sopra a dx, 1951-2010)
. le notti fredde sono diminuite (sopra a sx, mappa delle notti calde 1951-2010)
. aumento di frequenza e durata delle ondate di calore estivo
. l'intensità delle precipitazioni è probabile che sia aumentata
. i trend nelle siccità non sono determinabili
. i trend nella frequenza delle tempeste tropicali non sono determinabili ma nell'Atlantico è aumentata l'intensità delle tempeste tropicali più forti


~~ Circolazione atmosferica

. grosse oscillazioni inter-annuali e inter-decennali nei principali modi di variabilità atmosferica


. ENSO: nessun trend di lungo periodo, ma maggior frequenza di situazioni La Niña negli ultimi anni
. probabile spostamento verso i poli della circolazione generale


Riassunto:


. tracce del riscaldamento ovunque


Per maggiori informazioni: climatechange2013.org


Commenti

Post popolari in questo blog

Il clima scatena la guerra

Vendicati i "modellini farlocchi"

Clima più estremo? III — Heatwaves, feedbacks