Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2019

Grazie per la pioggia

Immagine

Quando la siccità brucia i colossi

Immagine
La Pacific Gas and Electric Company (Pg&E), la più grande società elettrica della California, è andata in bancarotta a causa dei rapidi cambiamenti climatici. Laprolungata e infinitasiccità (unadelle peggioridasecoli, o forse anche da oltre un millennio, vedi qui e vedi anche il mio post dedicato) ha decimato le foreste aumentando esponenzialmente il rischio di incendi. Eppure tra le numerose aziende di servizi californiani la Pg&E era quella che aveva fatto di più per incentivare le risorse alternative, ad esempio vendeva già contratti a energia rinnovabile per un valore totale di 34,5 miliardi di dollari.


Purtroppo tutte queste misure non sono bastate ad arginare l’impatto massiccio dei cambiamenti climatici in California. Negli ultimi 15 anni i fenomeni meteorologici tipici si sono seriamente alterati, venti caldi e secchi provenienti da Santa Ana, a sud di Los Angeles, che attraversano la California meridionale in autunno alimentando gli incendi. L’area a rischio ormai ar…

"Non speranza, ma panico"

Immagine
La nostra casa sta bruciando parole della 16enne attivista svedese per il clima Greta Thunberg, che nel giorno della chiusura del WEF ha tenuto un incontro con la stampa a margine del Forum economico di Davos.
Secondo l'IPCC siamo a meno di 12 anni dal momento in cui non potremo più correggere i nostri errori ha ricordato, sottolineando come a Davos
si sentano storie di successo, un successo economico per il quale si paga però un prezzo altissimo. Sul cambiamento climatico, dobbiamo riconoscere che abbiamo fallito. Gli adulti continuano a dire "Dobbiamo dare una speranza ai giovani". Ma io non voglio la vostra speranza, non voglio che siate speranzosi. Voglio che siate presi dal panico, voglio che sentiate la paura che io sento ogni giorno. E voglio che agiate come se la nostra casa stesse bruciando. Stiamo fallendo, ma abbiamo ancora tutte le possibilità delle nostre mani (...), dipende da voi e da me e la soluzione è così semplice che anche un bambino la vede: dobbiam…

Anatomia di una catastrofe

Immagine
L’ultima distruzione di boschi di dimensioni epocali balzata alle cronache ha avuto luogo nel Veneto a novembre. Perché è accaduta?

Guest post di A. Focarile


Un vento anomalo, che risaliva da Sud il versante della montagna, ha abbattuto piante di oltre un secolo annotava Reinhold Messner dal suo castello in Alto Adige. E aggiungeva:
Il cambiamento cui assistiamo fa paura. Sì, un grande alpinista ha paura, e torna a sentirsi una creatura inerme e indifesa di fronte ai grandiosi fenomeni della Natura. Una catastrofe climatica, un incendio, un terremoto, la caduta di un fulmine oppure di una valanga, un’alluvione irrefrenabile, interi boschi che crollano schiantati da un vento che soffia e distrugge a velocità sconosciute finora nel territorio. Sono eventi che terrorizzano questa creatura, che ha tratto le sue origini da una brodaglia organica qualche miliardo di anni or sono. Sì, inerme e indifesa, nonostante le mirabolanti scoperte tecnologiche prodotte dal suo ingegno.

Come si spiega…

È ancora e sempre tempo di hockey

Immagine
Due belle mazze del nostro sport preferito.



A sinistra la mazza di un attaccante dell'Arctic Hockey Club, compagine composta da un bel mix di giocatori multi-nazionali: canadesi e russi, ovviamente, ma anche americani dell'Alaska, danesi della Groenlandia, islandesi, norvegesi da Tromsø in sù e qualche lappone finno-svedese :-D.

A destra la mazza di un portiere fuoriclasse a livello mondiale. Pulita e lustrata per l'occasione.


Cliccare sui corrispettivi grafici per avere informazioni più dettagliate (h/t tamino).

Vaccate epifaniche

Immagine
L'intervista sul Corriere del Ticino di ieri allo scienziato & divulgatore Vacca è davvero spassosa e il "pensiero concettuale" racchiuso e condensato nelle risposte da parte dell'ex futurologo meriterebbe la proverbiale calza con dentro tutto il carbone che può contenere.

Mostro la parte più "interessante" e "speculativa":


Già. Vuoi vedere che il primo a "mal interpretarli", magari,...



La «visione iperdrammatica» a cui si riferisce il giornalista che lo ha intervistato è un po' l'air du temps di cui si parlava per es. in questo post.
La risposta dello scienziato & divulgatore contiene alcune perle che da sole varrebbero il prezzo dell'edizione di ieri.

1) Forse lo scienziato & divulgatore "ignora" la problematica del riscaldamento globale. Di sicuro, non è capace di focalizzare la sua attenzione su quel che la fisica dell'atmosfera ci dice in ordine agli effetti derivanti dallo sbilancio energetico…

Un bigino

Immagine

Top dell'anno per Nature

Immagine
Immagini, eventi e personalità scientifiche.




Le migliori immagini scientifiche dell'anno
La metà riguardano disastri. Deprimente, ma vero. Oltre quella di apertura del post, ho scelto le seguenti quattro:




Eventi scientifici che hanno plasmato l'anno
Ancora eventi estremi (in tutti i sensi), come gli incendi e le siccità a macchia di leopardo su scala globale (California, Europa, Argentina, Australia, Sudafrica) e le inondazioni delle zone subtropicali e tropicali (USA meridionali, India, Cina, Giappone, Filippine) per un totale dei danni di quasi 100 miliardi di US$ di costi stimati. E come la parallela demolizione delle tutele ambientali in USA e in Australia. Frustrante e non meno vero. Tra gli eventi, gli estremi climatici che hanno nuovamente connotato l'anno appena concluso.



Dieci persone che hanno contato qu