EGU19 ⌗1 ⎯ Beyond EPICA


Primo di una serie di post direttamente dall'assemblea annuale della European Geoscience Union (EGU) 2019 a Vienna, a cui ho avuto modo di partecipare e che ha visto la presenza di ben 15'000 scienziati. Un paio di questi contributi sarà dedicato al resoconto di alcune conferenze e poster sessions che ho seguito durante l'evento.



Dopo tre anni di ricerche, un team di scienziati da 14 istituzioni in 10 paesi europei (tra cui la Svizzera con ricercatori dell’Università di Berna) insieme a ricercatori di Stati Uniti, Giappone, Russia e Australia - denominato “Beyond EPICA-Oldest Ice (BE-OI) consortium“ - ha trovato un luogo sulla calotta glaciale antartica dove il ghiaccio ha uno spessore sufficiente da essere in grado di rivelare 1,5 milioni di anni di storia climatica. Ci vorranno altri tre anni per poter perforare la calotta così in profondità e ricavarne carote analizzabili con cura dettagliata. Se l'Unione Europea approverà i finanziamenti, le nuove carote saranno estratte ad una profondità di 2730 metri, meno dei 3270 metri di quelle del precedente progetto EPICA ma con un contenuto di bolle d'aria più antiche, grazie alle ottime condizioni del ghiaccio. Le trivellazioni dovrebbero iniziare nel novembre 2021 e proseguire per tre estati antartiche consecutive. Entro il 2025, dovrebbero essere disponibili dati preliminari per dipingere un'immagine molto più antica di come il clima della Terra sia cambiato nel corso del tempo. 
Il gruppo ha presentato le sue conclusioni all'Assemblea generale dell'EGU il 9 aprile. Ecco il video della presentazione del progetto:



Commenti

Post popolari in questo blog

SYS 64738

Inverni europei sempre più miti