Vendicati i "modellini farlocchi"


Il record termico della temperatura media globale (Trenberth 2015) e quello della concentrazione atmosferica di CO2 (linea rossa tratteggiata). 

Wally Broecker torna sulla sua proiezione climatica effettuata nel 1975 e pubblicata su Science. Apparentemente una proiezione parecchio azzeccata, ma Wally è molto critico con se stesso - alla sua età e con la sua esperienza, come non poterselo permettere? - , per es. dice
based on the words “global warming” in my Science paper, I was given the title “Father of Global Warming.” Not only did I not like this title, I had done little to merit it.

Father of GW suona effettivamente un po' troppo pomposo, anche se Godfather sarebbe stato peggio :-D. Tuttavia, un po' di merito nella miglior comprensione e nella divulgazione scientifica del tema ce l'ha avuto eccome! Soprattutto grazie al suo approccio e alla sua visione prettamente trans-disciplinare, cosa sempre più difficile da trovare oggi nella ricerca in un ambito così affine alle geoscienze come questo e che per sua natura si presterebbe molto.
Parla della fortuna che ha avuto, perché in un periodo di vera* stasi (iato, slowdown, plateau...altre etichette a richiesta) delle T globali come quella che ha connotato il trentennio 45-75, lui prevedeva un imminente e potente uplift delle T globali, poi effettivamente verificatosi a partire da quegli anni.
Però nel 1976/77 cambia lo stato generale delle temperature superficiali delle acque del Pacifico, che entra nella sua fase oscillante inter-decennale (IPO) positiva (come sta succedendo ancora in questi ultimi anni), per cui la situazione oceanico-atmosferica generale spinge verso l'alto le T in maniera tale per cui la componente di variabilità naturale interna al sistema climatico va a sovrapporsi al trend di fondo. E lui guadagna fama, secondo lui piuttosto fortunosa e non troppo meritata.
Forse lo sa anche lui e/o se ne è dimenticato (vista la mole di studi che leggerà), ma lo shift climatico di 40 anni fa è stato analizzato in profondità da alcuni lavori del gruppo di Jerry Meehl afferente al NCAR di Boulder. Per es. questo importante lavoro di attribuzione di qualche anno fa, sulla scorta di un'analisi che separava la componente di variabilità multi-decennale interna al sistema da quella forzata e che nel Pacifico presentano una struttura simile, mostrava come, in assenza della variabilità interna, un cambio di fase nel Pacifico indotto dal forcing radiativo dominante sarebbe avvenuto circa un decennio prima (durante gli anni 60) ma la fluttuazione interna al sistema (il Pacifico è soggetto in primis all'IPO, l'ENSO è principalmente "rumore inter-annuale") lo ha ritardato di una decina di anni fino a che le due componenti si sono sommate in fase, provocando il summenzionato rapido shift nelle T globali.
Broecker mette giustamente in evidenza il problema - allora ancora embrionale - del rapporto fra segnale e rumore di fondo e del periodo di emergenza del primo sul secondo (vedi cap. 4), oggi assai meno opaco (vedi anche qui), ma già un quarto di secolo fa abbastanza chiaro.

*non proprio come quella fittizia però tanto famosa e cara a chi sappiamo dei quasi ultimi anni (vedi cap. 5 del recente articolo di Broecker).

∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠∠

Stouffer and Manabe, 2017
Ronnie Stouffer e Suki Manabe (entrambi dei mostri sacri a Princeton, la stessa località dove straparla di clima il sacro mostro William Happer, entrambi dal CV che solo a leggerlo ti sembra di recitare la divina commedia tanto e’ lungo) tornano sulla loro proiezione climatica effettuata nel 1989 e pubblicata su Nature. Anche in questo caso si tratta di una proiezione parecchio azzeccata. Gli autori scrivono sul paper che allora non si sarebbero aspettati una tale precisione da parte della loro simulazione modellistica e ne sono in parte sorpresi:
It is quite surprising that the observed and projected pattern of surface temperature change are very similar to each other. (...) The similarity between the two patterns (...) suggests that the model likely contains the key physical processes that control the geographical pattern of global warming at the earth surface.
E poi:
Comparing the observed change with the model projections, one notes that the land areas warm faster than adjacent ocean areas in both the model and in the observations. The warming tends to be largest in high northern latitudes due mainly to the positive albedo feedback of snow and sea ice. In the model results, warming is a minimum in the northern North Atlantic: this is not so pronounced in the observations. In the model, this minimum is attributable not only to deep, convective mixing of heat but also to the weakening of the Atlantic meridional overturning circulation. In sharp contrast to most of the high northern latitudes, temperature change is small in the Southern Ocean in the model results. The area of small temperature change is also seen in the observations. If the observed trend of little or no warming continues in the Southern Ocean, it will confirm this surprising early model finding.

Nel complesso, per i due climatologi il modello ha fornito «proiezioni affidabili del pattern di riscaldamento» e in questo senso sono molto incoraggiati dal suo livello di accuratezza.
Mentre il record di osservazioni si allunga, questa valutazione andrà fatta di nuovo, potenzialmente con più variabili climatiche. Il successo di queste proiezioni aumenterà la fiducia nelle attuali proiezioni dei futuri cambiamenti climatici e nei modelli di simulazione usati per fornirle.

I modelli di simulazione dei cambiamenti climatici sono molto spesso derisi dagli adepti dei fatti alternativi di Flatlandia. Sovente vengono descritti come "modellini farlocchi" e chi lo fa è quasi sempre un nobody without expertise e/o con 0 (zero) competenze sul tema ma del buon terrapiattismo a supporto.
Per tutti questi, un'altra nemesi costruita pazientemente, anno dopo anno, dalla realtà fattuale che 30 anni più tardi ha letteralmente vendicato i "modellini farlocchi".

Commenti

  1. Tutto ok? il terremoto s'è sentito anche qui.

    Un post così ci voleva, e uno sul 50nario di Manabe-Wetherald 1967 un giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, certo, me ne stavo dimenticando. Ricorre il mezzo secolo proprio nelle prossime settimane (se non ricordo male uscì di maggio...), merita un post incorniciato d'argento.

      Elimina
  2. L'epicento del terremoto avvertito mezz'ora fa sarebbe nel canton Svitto Carlo

    RispondiElimina
  3. Ero a seguire un'interessantissima conferenza di Telmo Pievani. Mentre parlava di come le condizioni climatiche potrebbero aver influito sugli esiti di una delle tante ramificazioni delle prime due fuoriuscite di Sapiens dall'Africa, ho come avvertito delle vibrazioni alla sedia su cui ero seduto. Di primo acchito, pensavo ad un effetto-Pievani. Poi ho capito.

    RispondiElimina
  4. Mi associo al ringraziamento, ottimo post!

    RispondiElimina
  5. peccato però: la vendetta, dicono, andrebbe consumata fredda, mentre di questo passo invece ci troveremo tutti a dover ingoiare un polpettone bollente. Per dire: non è che il mal comune mezzo gaudio mi esalti troppo.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Al limite, si tratterà di una vendetta consumata...calda in un contesto "saunesco"...

      Elimina
  6. Copio-incollo dal link citato:

    " I predicted that a natural cooling was about to give way to a warming, and that industrial emissions of CO2 would amplify this warming. The paper published in Science in 1975. Warming did follow in 1976–1977. However, a retrospective look shows that my analysis was flawed. "

    Oddio!... gridare al successo perche' una previsione "flawed" si e' rivelata giusta (si fa per dire, ovviamente) e portare questo a prova che i modellini non sono sempre stati e sempre saranno (dixit lo stesso godfather dei modellini, Gavino il Modellista, vedasi SUE PAROLE nella presentazione TEDx che ho gia' citato sul sito che non accetta voci dissenzienti)... sempre saranno, dicevo, approssimate... mi pare tirata per i capelli.. a si sa che quando non c'e' ciccia anche le piccole soddisfazioni fanno bene dentro.

    Datevi delle grosse pacche sulle spalle fra di voi, mi raccomando: avete avuto ragione quando avete sbagliato tutto... "a retrospective look shows that my analysis was flawed. "

    In attesa di essere bannato anche da qui... distinti saluti a tutta la banda.

    R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ha nemmeno letto il post. Altrimenti non potrebbe scrivere quelle minchiate che ha scritto. As usual.

      Elimina
  7. 'Sovente vengono descritti come "modellini farlocchi" e chi lo fa è quasi sempre un nobody without expertise e/o con 0 (zero) competenze sul tema ma del buon terrapiattismo a supporto.'

    Eh!... perche' invece tu/voi con i modellini farlocchi ci lavori ogni giorno, giusto?
    Dai, cita un tuo articolo dove ne hai usato uno. Tu, non eventuali co-autori, sia chiaro.

    Un saluto alla setta.

    R.
    P.s. vedo che ti/vi manco tanto: dopo settimane che mi avete bannato da climalterati.it continuate a chiamarmi in causa... tu e l'altro sodale che non ha mai studiato nulla, quella che lavora alla redazione di repubblica donna... noto centro studio dove usano i GCMs ogni giorno... veramente non avete meglio da fare??? Tu veux ma photo, mec?
    Pascolare, bitte.

    P.s.2: non sono io a dire che sono farlocchi!... basta ascoltare questo,citato/linkato sul sito dell'italia psicologo cognitivo John Cook, quello che secondo te e' compétente in materia, giusto anonimo bloggaro 'steph'?

    https://skepticalscience.com/schmidt-ted-climate-models.html

    minuto 6:30 circa... 'they are always wrong, they are approximations.

    ... and have a nice day, ça va sans dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Dai, cita un tuo articolo dove ne hai usato uno. Tu, non eventuali co-autori, sia chiaro."
      Prima mi paga, e bene, dopo cito. Con me funziona così, se ne faccia una ragione. Che le piaccia o meno.

      Elimina
    2. A pascolare, le ho già consigliato, più e più volte, di mandarci sua sorella, che ne ha tanto bisogno.

      Elimina
    3. "giusto anonimo bloggaro 'steph'"
      Forse le è sfuggita la mia risposta alla sua ossessione:
      http://climafluttuante.blogspot.ch/2017/02/in-contropiede.html?showComment=1487622051465#c4197478126444927833

      Elimina
    4. "minuto 6:30 circa... 'they are always wrong, they are approximations."
      prego, si accomodi:
      http://climafluttuante.blogspot.ch/2014/03/tutti-i-modelli-sono-sbagliati-ma.html

      Elimina
  8. 'ma lo shift climatico di 40 anni fa è stato analizzato in profondità da alcuni lavori del gruppo di Jerry Meehl afferente al NCAR di Boulder. Per es. questo importante lavoro di attribuzione di qualche anno fa,...'

    Copio e incollo:

    'Analysis of observations, an unforced
    control run from a global coupled climate model, and twentieth-century simulations with changes in external forcings show that...'


    ... quindi, si cerca di portare ad esempio della validita' dei modellini farlocchi (®) uno 'studio' basato su... modellini farlocchi (®): circular reasoning anyone?

    Riprovare dopo un corso di critical thinking, bitte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dovrei riprovare a rispondere ad un nobody con zero competenze nel campo? Dopo un corso di critical thinking? Disintossicazione e lavanda gastrica, su-bi-to, caro effendi. Non le fa bene la roba pesante che assume, mi creda.

      Elimina
    2. Anyhow:
      "quindi, si cerca di portare ad esempio della validita' dei modellini farlocchi uno 'studio' basato su...etc etc etc"
      È Lei a portarlo come esempio, non io. Se avesse letto il post - invece di trollare come fa sempre - e se avesse letto - ne dubito - ed ev. capito - sono certo di no - lo studio in questione, capirebbe forse perché ne ho parlato.

      Elimina
  9. Rumore di fondo. Non merita uno stralcio di risposta circostanziata. As usual.
    Bye, my friend.

    RispondiElimina
  10. 'Prima mi paga, e bene, dopo cito'

    E ti faresti pagare come il perfido Happer... 250 dollari/ora o chiedi 10mila a comparsa come il santino hockeysticker Mann?... anche se immagino che il sogno siano i 100mila al colpo del climatologo nobelist Al Gore, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per un poveraccio che scrive minchiate come Lei, anche di più

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Battaglia di Paperino...

SYS 64738